IL CONTESTO STORICO

Come altri quartieri della capitale, la rue du Conservatoire, fu a lungo situata su dei terreni dei Marais. Dei cabarettisti e dei mercanti di vini s'installarono progressivamente, perchè esistevano allora nei paraggi delle vigne.Fu un procuratore che fece costruire nella metà del XVII secolo la prima residenza di prestigio ( costruzione occupata alla volta dalla casa del piacere e dalla fattoria). Si assiste dunque ad un inizio lieve d'urbanismo.

L'Hotel Peyris Opera attualmente si trova su una parte dei terreni( piano, annesso I) che protessero il seggio dell'amministrazione dei Menus Plaisirs. I Menu Plaisirs formarono una branchia importante dell'amministrazione di re Luigi XIV( 1638-1715). In pratica includeva la preparazione di ceremonie, feste e spettacoli di corte. Nel 1795 il Conservatorio di musica s'installò lì ( esattamente : Ecole Royale de Chant et de declamation, che fu fondata ne l 1794; La declamation fu vista in quest'epoca come una parte della formazione musicale. Nel 1806 un decreto colloca un vero insegnamento dell'arte drammatica. Dopo la rivoluzione del 1830 i Menu Plaisirs scomparirono definitivamente.

Tra il 1830 ed il 1848 Louis Napoleone Bonaparte ( Napoleone III) incaricò il barone Hausmann di risanare Parigi. Dei regolamenti imposero delle norme molte ferree. Concernenti la facciata dell'immobile: quella che deve essere in pietra incisa e di colore beige, segnata da delle striature al pianterreno e al primo piano. Modanature,frontoni e cornici sono sempre spasso presenti; Da un'altezza dal 5 al 6 piano camere per le domestiche al piano di sopra ,tetto in lavagna,mansarde e portoni. I balconi si trovano al 2° piano ( piano nobile prima dell'apparizione dell'ascensore nel 1870): Sono generalmente flebili (senza interruzione da un'estremità all'altra dell'immobile). I vani si trovano dunque spesso infilati sulla facciata e danno sulla strada.

Dal punto di vista dell'occupazione dei piani, il pianterreno è il più spesso composto da boutiques; L'ammezzato ( il nostro primo piano attuale) è occupato generalmente da commercianti e la sua altezza sotto il soffitto viene ridotta. Questo piano si spiega dalla necessità di far rientrare delle carrozze dai portoni che s'aprono sui due primi livelli.

L'Hotel Peyris Opera è situato in una struttura ,la cui costruzione data la fine del 19° secolo. L'immobile è di conseguenza di tipo Hausmaniano.All'epoca ,non esisteva il 5° piano; quello è stato edificato , in seguito per far alloggiare il personale dell'hotel. Il portone conduceva ad una corte interna aperta( il salone attuale). Nel 1902, il signor Peyris apre la casa di Famille Peyris. Ogni piano ha il bagno; i parquet sono in punta d'Ungheria( cioè alla moda di Hausmann).Il pianterreno è occupato da un parrucchiere ,un macellaio, un salumiere ,più tardi da una sarta specializzata nella ripresa di cose microscopiche su tutti i tipi di tessuti.Nel 1912 tutto l'immobile è transformato in un hotel pensione. I commerci spariscono e lasciano il posto ad una sala da pranzo dove i pensionanti dell'hotel vengono accolti. Durante la prima guerra mondiale (1914/1918) gli occupanti investono sui luoghi. Poi l'hotel é risistemato .Nel 1955la corte interna è coperta da un soffitto composto di lastricato di vetro. Nel 1963 l'ascensore viene installato. Divenendo adulta la signora Peyris( ex -Hustaix) , avendo preso il posto di suo padre come capo della struttura, decide di cedere la sua proprietà. Nel 1973 i genitori del proprietario attuale acquisiscono l'hotel Peyris.La sala da pranzo ( angolo rue Richer,rue du Conservatoire) viene transformata in ristorante, indipendente dall'hotel; questo viene aperto al pubblico esterno ,sotto il nome di Balancette; L'altre parte fu utilizzata per il servizio colazione. Negli anni 1980 ogni camera da qualche decennio ha già il bagno e ormai la televisione. Nel 1994 la gestione è oramai nelle mani di una generazione giovane e dinamica. In seguito a dei lavori di rinnovamento,l'hotel Peyris è classificato nella categoria 3 stelle. L'installazione della climatizzazione viene realizzata all'alba del XXI secolo.

Nel 2004 l'hotel serve come decoro al montaggio del film << Le promeneur du Champs de Mars>> con il ruolo principale : Michel Bouquet,commediante ricompensato per questo film nel 2005 dalla Caesar come miglior attore. La vicinanza del Conservatorio Nazionale di Arte Drammatica( di cui il nome della strada nella quale l'hotel si situa) sfocia regolarmente verso il ristorante << il giardiniere>>,si trovano nelle pareti dell'hotel, dei professori( commedianti all'opera) parecchie volte tagliati , di fama internazionale. Il ristorante ha chiuso nel 2014.

Nel 2010 l'hotel Peyris diviene l'hotel Peyris Opera.

Nel 2014 terminano i lavori che danno alla struttura un gusto di boutique-hotel di charme. I clienti sono accolti in camere dai colori vivi e dinamici, i cui mobili e l'ambiente è stato pensato dal presidente direttore generale .L'accoglienza,i bar,il salone e la sala per la colazione guardano l'atmosfera di Napoleone III rivisitato. Dei soffiti astratti alla personalità unica di ogni camera, vengono realizzati dagli attuali gestori, completando cosi la personalizzazione del luogo di soggiorno di ciascun cliente e ricordando ai numerosi visitatori che l' hotel è situato in un quartiere a carattere artistico.

Ricordiamo , a pochi passi, il Conservatoire >Nationale Superieur d'art Dramatique( in via 2 rue du conservatoire),che ha formato da una cinquantina d'anni un buon numero d'imminenti commedianti di teatro e di cinema francese; e l'esistenza di numerosi teatri( teatro des Nouveautés,teatro St Georges ecc..) .L'hotel è ugualmente vicino alla casa d'asta di oggetti d'arte Richelieu Drouot. L'Opera Garnier presenta regolarmente dei balletti classici di una qualità riconosciuta nel mondo. L'Olympia ,le sale dello spettacolo del Rex e delle Folies Bergeres lasciano la bella parte ai cantanti attuali.

TL'architettura degli immobili che circondano l'hotel Peyis Opera che riporta a piu di un secolo avanti il pedone che s'incammina li e si lascia perdere nel dedalo di strade che qualchevolta nascondono luoghi sorprendenti( annesso II). Non dimentichiamoci più la chiesa di Santa Eugene e Santa Cecile che portano il nome dei due patroni Sant'Eugenio in onore di Eugenia , la sposa di Napoleone III che modernizzò il quartiere e Santa Cecile ,la santa patrona dei musicisti. E' la prima chiesa di Parigi ad essere completamente metallica. La gestione insolita di questo luogo è dovuta a Eugene Viollet-le-Duc,architetto molto conosciuto nel 19à secolo.E per finire su un noto aneddoto: lo scrittore Jules Verne si sposò in questo luogo nel 1857.

Allora buona passeggiata e buon soggiorno nel cuore di Parigi!

×

Prenotazioni online